Narcos Narcos

Depressione

La depressione è un disturbo dell’umore. Fra tutti i disturbi psicologici la depressione è forse quello più nominato sia da chi vive momenti di difficoltà, sia il più diagnosticato in ambito clinico, talvolta in maniera errata.

In effetti, la diagnosi di depressione è molto complessa e nel tempo si è assistito a continui cambiamenti dei criteri riconosciuti per effettuarla.

Dal punto di vista della terapia breve e strategica, il comune denominatore di tutte le problematiche psicopatologiche, inclusa la depressione è la particolare modalità di persistenza del disturbo, in parole semplici, il trattamento si effettua sulla base di ciò che la persona mette in atto per risolvere la problematica che anziché funzionare, provoca ancor più sofferenza.

Il nostro intervento è pertanto indirizzato prima allo sblocco delle “tentate soluzioni” messe in atto, a livello personale, familiare o del contesto più ampio, successivamente all’orientare verso soluzioni più funzionali e al contempo alla ristrutturazione delle percezioni per consentire su più livelli un cambiamento concreto.

Come riconoscere se si soffre di depressione?

La persona che soffre di depressione tende a rinunciare continuamente a qualunque iniziativa, ad evitare sistematicamente ogni occasione sociale e così via. Così le persone interno, i familiari cercano di incoraggiare, spronare ed elencare tutti i motivi per cui debba “sforzarsi” di star bene e riprendere le attività.

Si può trattare inizialmente di una rinuncia parziale, per poi diventare generale fino a trasformarsi in rassegnazione. Si può provare astenia, insonnia, perdita del piacere, tristezza e senso di vuoto, mancanza di energia, ridotta capacità di pensare e concentrarsi, autosvalutazione e senso di colpa.

L’atteggiamento in cui si ricade spesso, quando ci si trovi in questa condizione è quello di lamentarsi per trovare sostegno o far capire alle persone quanto stiamo male.

Come si interviene?

Tutto quanto descritto sopra diventa giorno dopo giorno un copione ridondante, fino ad un circolo vizioso in cui la tentata soluzione alimenta il problema, che a sua volta alimenta la tentata soluzione e crea ancora più sofferenza e incapacità di venirne fuori.

Attraverso la Terapia Breve Strategica si interviene specificamente sulla tipologia di funzionamento del problema, in base alle caratteristiche tipiche. Le manovre terapeutiche messe a punto in anni di ricerca-intervento, coinvolgono i familiari qualora siano coloro che individuano la problematica o ne siano coinvolti, o direttamente la persona che vuole risolvere la problematica da sola.

L’intervento, a livello operativo si basa sull’utilizzo di un linguaggio calzato alla persona e al problema, della tecnica replicabile e validata e, attraverso la relazione “unica” che si instaura tra terapeuta e paziente per condurlo progressivamente a riprendere in mano la propria vita.

La percentuale di successo del trattamento mediante il protocollo breve e strategico della depressione è stimabile ad oggi del 75%. Il trattamento prevede follow up successivi per verificare e consolidare il cambiamento avvenuto.

Prenota qui una consulenza:   contattaci