Narcos Narcos

COACHING STRATEGICO

“Coaching vuol dire liberare il potenziale di una persona per massimizzare la sua performance. Significa aiutare le persone ad imparare piuttosto che insegnare – un approccio facilitante.”

Whitmore, 1992

Cos’è

Il Coaching Strategico è l’intervento che si utilizza con lo scopo di sviluppare il talento, raggiungere un obiettivo prefissato e per superare dei limiti personali, o blocchi della performance in ambito professionale, artistico o sportivo.

L’attività di Coaching permette di tirar fuori risorse e potenzialità inespresse, sviluppare appieno quelle presenti e di sbloccare situazioni che creano momentanee difficoltà.

È un intervento cucito su misura, sulle caratteristiche personali e sugli obiettivi concordati con la persona.

Compito fondamentale del coach è occuparsi delle incapacità e fragilità del proprio cliente, in una fase in cui non si siano ancora strutturate vere e proprie problematiche, che richiederebbero altre tipologie di interventi come la psicoterapia.

Il coaching è lo strumento ottimale per conoscere i propri limiti e trasformarli in risorse.

Come funziona

Nell’ambito del Coaching, quello strategico si differenzia da altre tipologie per la tipica struttura metodologica dell’intervento.

L’originale metodo di riferimento è basato sull’approccio strategico, frutto del lavoro della Scuola di Palo Alto (CA) che vede in P. Watzlawick il più autorevole rappresentante. Il costrutto operativo fondamentale di questa  scuola è quello di “tentata soluzione”, ovvero ciò che le persone mettono in atto per superare difficoltà, far fronte a problemi e che poi finiscono per complicare ulteriormente le cose. La tentata soluzione disfunzionale ha assunto un ruolo chiave nello studio e nel trattamento di quelle “trappole” mentali, emotive e relazionali, nelle quali le persone inciampano. Quando le problematiche sono ad un livello tale per cui è possibile intervenire attraverso il coaching, questo si è rivelato valido e assolutamente efficace per sbloccare quelle trappole che impediscono il pieno utilizzo delle capacità e risorse della persona.

Individuare le tentate soluzioni fallimentari messe in atto, attraverso una serie di domande strategiche costruite ad hoc, è la prima manovra che ne consente la ristrutturazione e il cambiamento.

Il Coach strategico utilizza strategie e tecniche bene definite, risultato di anni di ricerca e studi clinici e, fondate su una precisa epistemologia, che è quella costruttivista. Queste scelte operative strategiche prevedono l’utilizzo, appunto, della logica strategica e di logiche non ordinarie, come quella dell’autoinganno, del paradosso e della contraddizione. L’intervento segue un preciso iter e nessuna azione è improvvisata, anche se ritagliata sulle necessità del cliente, ma è pianificata e studiata ad hoc.

Le fasi principali muovono dalla definizione dell’obiettivo o della problematica da superare, alla descrizione delle tentata soluzione e alla sua analisi e verifica, alla ricerca della eccezioni e all’analisi della replicabilità, fino al lavoro sulle incapacità e sulle emozioni di base.

Il coaching strategico agisce aprendo la possibilità di vivere la realtà attraverso nuove prospettive e percezioni così da esprimere quelle abilità e capacità in grado di migliorare l’apprendimento, la performance e di ottenere una maggiore gratificazione.

Il lavoro del Coach strategico è incentrato sul processo e sul funzionamento della problematica del cliente, ovvero l’attenzione è sul “come” funziona, piuttosto che sul “cosa” accade.

Il coaching strategico ha anche origini antichissime, vengono impiegate infatti manovre che derivano dalla raffinata arte dello stratagemma cinese, così come l’utilizzo di una efficace comunicazione persuasoria, deriva dall’originario movimento culturale e filosofico della sofistica sorto in Grecia nei secc. V-IV a.C.

Sono state, così, sviluppate modalità di comunicazione sempre più evolute ed efficaci ai fini del cambiamento e del miglioramento, che un professionista del Coaching deve essere in grado di provocare nella persona che si rivolge a lui.

Infine, è importante sottolineare che questo modello permette di ottenere concreti cambiamenti in tempi brevi e mediante apparentemente semplici manovre.

Dopo un percorso di coaching, la persona ha acquisito le conoscenze strategiche e le abilità necessarie per non incorrere in pericolose “trappole” mentali, così come saprà utilizzarle per uscirne al meglio nel caso in cui vi sia incappata.

Per chi

Il coaching strategico si applica in varie situazione e contesti, con lo scopo di condurre le persone verso gli obiettivi prefissati.

AMBITO AZIENDALE, ARTISTICO, SPORTIVO.

Esempi di applicazioni:

AZIENDALE

Il coaching accelera i progressi della persona, aiutandola a sviluppare le proprie competenze per ottenere risultati significativi, specifici e misurabili nel tempo

Vantaggi:

  • per gestire efficacemente pressioni e stress legati al lavoro
  • per migliorare la propria resilienza e capacità di problem-solving
  • per efficientare performances o “Soft Skills” – ovvero capacità di comunicare, di relazione, di leadership, di problem-solving, in managers e figure leader.
  • per diventare un manager efficace nel supportare collaboratori e/o interlocutori
  • per sviluppare talenti professionali e supportarli nella crescita
  • per gestire e risolvere conflitti e negoziazioni difficili

ARTISTICO

Il coaching per artisti è uno strumento fondamentale per tutti i talenti desiderosi di costruire una carriera basata sul proprio estro creativo.

Vantaggi:

  • per orientare la proprie capacità verso una effettiva carriera e focalizzarsi su sbocchi professionali pratici e concreti
  • per sviluppare un talento al massimo del suo potenziale
  • per blocchi della performance derivati da strategie personali fallimentari
  • per lavorare su cali della motivazione e perdita di obiettivi
  • per accrescere e armonizzare le varie capacità

AMBITO SPORTIVO:

Il coaching in ambito sportivo sviluppa la forza mentale dell’atleta..

Vantaggi:

  • per padroneggiare e sviluppare al massimo le proprie potenzialità
  • per sbloccare eventuali blocchi di performance
  • per lavorare su cali della motivazione e perdita di obiettivi
  • per rafforzare la motivazione in presenza di stress elevato
  • per gestire ansia e stress pre – gara e durante la gara
  • per raggiungere prestazioni eccellenti
  • per focalizzare l’obiettivo e ottimizzare la capacità di concentrazione

 

Come valido ed efficace supporto per tutte quelle persone che vogliono ottenere concreti cambiamenti nei loro stili di vita, come acquisire una sana alimentazione, fare più movimento, concedersi tempo per sé stessi e migliorare aree specifiche della propria vita.

Prenota qui la tua seduta di coaching strategico:   contattaci